Brandelli

Scorrono fra le dita i brandelli della mia vita.

Fiero lo sguardo per andare avanti e cercare di ripararli tutti quanti.
Pagliaccio della mia vita lascio, dietro di me il vuoto e a nulla serve un impegno devoto.

Il dado ormai è tratto amico mio, nessuno ti da il suo perdono, forse neanche Dio.

Raccogli ciò che rimane e tienilo bello stretto.

Non sei stato capace di tenere nulla a cui tenevi, non hai saputo amare ciò che amavi ed ora in vecchiaia che ti aspetti che chi hai umiliato ti rispetti?

Che sia forse in grado di capire che eri incapace nell’agire.

Sopporta e stai in silenzio fratello mio che forse, almeno lui perdonerà,

la tua scellerata vita matta, costellata di buoni propositi ma nessuna cosa fatta.

Amerigo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...